La legge di Bilancio proroga tutti i bonus casa, ovvero le detrazioni fiscali su ristrutturazioni, mobili, risparmio energetico, bonus verde. Le agevolazioni potranno essere utilizzate fino al 31 dicembre 2019, senza particolari modifiche rispetto al 2018 e negli anni scorsi.

Ristrutturazioni edilizie: verrà applicata detrazione IRPEF al 50% su una spesa massima di 96.000 euro, da ripartire in dieci quote annuali. Le opere potranno riguardare lavori di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo e  ristrutturazione edilizia. E’ esclusa la manutenzione ordinaria. Nella Guida alle ristrutturazioni edilizie pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate ci sono elenchi dei lavori ammessi all’agevolazione.

Ecobonus: è pari al 65% ma viene ridotto 50% nel caso di infissi, schermature solari, impianti di climatizzazione invernale tramite caldaie a condensazione e a biomassa. Il tetto di spesa dipende dall'intervento che viene effettuato (da 30.000 a 100.000 euro). Il bonus per la riqualificazione energetica si applica fino al 2021 per gli interventi sulle parti comuni dei condomini nella misura del 65%, oppure al 70% se l’intervento riguarda l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie, o ancora al 75% nel caso in cui migliori la prestazione energetica dell’edificio.

Bonus mobili: detrazione al 50% fino a un massimo di 10mila euro, per arredi ed elettrodomestici di classe energetica elevata destinati a immobili oggetto di ristrutturazione.

Bonus verde: detrazione al 36% per i lavori di cura, ristrutturazione e irrigazione del verde privato, fino a una spesa massima di 1800 euro.